In Europa/ Destinazioni

Cosa fare e vedere a La Valletta

In questo articolo vi racconteremo cosa fare e vedere a La Valletta e scopriremo insieme alcuni luoghi di interesse turistico da non perdere.

La Valletta è la storica capitale di Malta, conosciuta anche come Il-Belt in maltese. La capitale offre la bellezza di 320 monumenti in meno di mezzo chilometro quadrato e, dal 1980, il centro storico fa parte del patrimonio UNESCO.

Pronti per il tour?

Fontana di Tritone

Il nostro tour su cosa fare e vedere a La Valletta ha inizio con la fontana di Tritone che è la fontana principale della città posizionata prima del Gate d’ingresso alla capitale maltese. In occasione di Valletta capitale europea della cultura 2018, la piazza è stata completamente ridisegnata e ampliata diventando una delle piazze più grandi.

The Saluting Battery

The Saluting Battery è la terrazza dalla quale vengono sparati due colpi di cannone, due volte al giorno, alle 12 ed alle 16. Questa tradizione scandisce le giornate maltesi fin dal 1566, quando questa azione aveva non solo una valenza cerimoniale ma anche di difesa.

Dalla terrazza potrai godere di un panorama davvero bellissimo sul Grand Harbour, il canale attraverso il quale passano le navi, e sulle Tre Città, Vittoriosa, Cospicua e Senglea.

Auberge De Castille e Piazza Castille

L’Auberge de Castille è uno dei 7 auberge di Valletta costruiti nel 16° secolo dall’ordine dei cavalieri di San Giovanni. 

Fu costruito dall’ architetto maltese Girolamo Cassar durante il regno del Gran Maestro Jean de La Cassiere (1572-1581) e utilizzato inizialmente come locanda per i Cavalieri di San Giovanni provenienti dalla penisola iberica, per poi essere ingrandito e abbellito nel corso dei decenni successivi. Oggi questo fantastico edificio in stile barocco ospita gli uffici principali del Primo Ministro di Malta.

Nella stessa piazza è possibile vedere la borsa Maltese.

Concattedrale di San Giovanni

La concattedrale di San Giovanni è un attrazione imperdibile da visitare a la Valletta. L’esterno dell’edificio è stato ristrutturato di recente.

La chiesa fu commissionata dal Gran Maestro dell’Ordine dei Cavalieri Jean de la Cassiere e venne realizzata dall’architetto Gerolamo Cassar. Una volta all’interno si nota lo stile barocco che caratterizza parte dell’architettura maltese. Le decorazioni vennero ispirate dalle più belle chiese del Vaticano e al suo interno ci sono ben 2 dipinti di Caravaggio.

Per entrare è necessario pagare il biglietto di 10 euro.

Palazzo del Grande Maestro

Il nostro tour su cosa fare e vedere a La Valletta continua con il Palazzo del Gran Maestro. E’ stato uno dei luoghi più simbolici del potere dei Cavalieri Ospitalieri a Malta. Qui infatti alloggiava il leader dell’ordine e avevano sede le riunioni generali di tutti i cavalieri. Fino al 2015 è stato anche la sede del Parlamento di Malta, mentre oggi è stato trasformato in un museo e permette di conoscere nei dettagli la storia dell’isola.

All’interno si possono ammirare alcune tra le opere d’arte più belle presenti a La Valletta, come quelle della spettacolare Sala degli Arazzi.

Forte Sant’Elmo

Affacciato sul mare, dalla punta della penisola di Sciberras sorge il Forte di San Elmo, uno dei più importanti durante il Grande Assedio di Malta nel 1565, quando gli Ottomani invasero l’isola di Malta e assediarono il forte.

Tuttavia, i 28 giorni in cui resistette al sito furono vitali per i difensori di Malta, poiché permisero che i rinforzi inviati dalla Spagna arrivassero in tempo.

Teatro Manoel

Il Teatro Manoel, un gioiello del tardo Settecento di straordinaria bellezza, con palchetti decorati da stucchi sfarzosi e una stupenda volta affrescata. Visitare il teatro è già di per sé uno spettacolo per gli occhi, ma se si vuole vivere un’esperienza indimenticabile il modo migliore è sicuramente quello di assistere a una rappresentazione o a un concerto in cartellone.

Museo Nazionale di Archeologia

Una volta riprese le energie potrete continuare la visita recandovi presso il National Museum of Archaeology. In questo museo potrete comprendere appieno quale sia stato il contributo dei Cavalieri, che hanno costruito città e porti, ma non solo.

La storia di Malta comincia ben prima delle Piramidi: in pochi sanno che i primi abitanti costruirono enormi templi megalitici, che adoravano la Grande Madre e commemoravano i propri defunti, conoscevano tecnologie molto avanzate, che il sapere moderno ancora deve spiegare.

Il museo fa orario continuato e non chiude ad ora di pranzo.

Dove mangiare a La Valletta

  • Beati Paoli Restaurant: Situato a Saint-Paul Street. Piccolo ristorante con cucina tradizionale, i piatti sono abbondanti e deliziosi, il personale è molto amichevole.
  • Rubino: Situato a Old Bakery Street. Cucina casalinga tipica con prodotti freschi e locali. I piatti sono molto gustosi e abbondanti. Dolci fatti in casa. Uno dei posti migliori in cui assaggiare la cucina maltese locale a La Valletta.
  • Dimitri Cafe: Situato a Saint-Paul Street. Un ristorante molto piccolo con cucina semplice e locale. Tutto è fatto in casa, ampia scelta di piatti di pesce fresco ben cotto e i prezzi sono più che onesti.

Come arrivare a Valletta

Il nostro tour su cosa fare e vedere a La Valletta si conclude con alcune indicazioni utili per raggiungere la capitale maltese.

La Valletta è ben collegata con i mezzi di trasporto pubblici e a due passi dall’entrata della città vi si trova il più grande terminale degli autobus dell’isola. Da qui si può raggiungere tutta l’isola. Per arrivare a Valletta sarà necessario prendere una delle seguenti linee:

  1. Dall’aeroportoX4 – dalla fermata Cintra: 71, 72, 73;
  2. Da Sliema: 13A14151621;
  3. Da Bugibba: 4142454849250