In Luoghi incredibili/ Rubriche

La Rinconada: la cittadina più alta del mondo

Ci troviamo in Perù, in un villaggio di oltre 30 mila abitanti a 5.100 metri di altitudine. La Rinconada in Perù è la cittadina più alta del mondo, ma leggendo il resto della storia, di questo primato fregherà davvero poco.

Sita sul fianco occidentale del Nevado Ananea Grande (montagna la cui cima si trova poco sopra), la Rinconada vive per la maggior parte dell’anno con temperature sotto gli zero gradi. 

L’insediamento giace all’ombra della Bella Durmiente – o Bella Addormentata – un enorme ghiacciaio che poco ha ereditato dal personaggio delle favole che conosciamo, se non il nome. E’ accessibile solo sfidando una strada precaria coperta di erba, rocce, terra e spesso ghiaccio. Il viaggio può richiedere diversi giorni, e non a caso i turisti evitano la città, che è priva di  alberghi, ospedali e di governo.

La Rinconada, la cittadina più alta del mondo, è casa di 70.000 persone che si sono stabilite lì soprattutto  tra il 2001 e il 2009. Qui la miniera –non regolamentata e inaccessibile alle donne– funge da pilastro portante per l’economia della città. I minatori non ricevono uno stipendio tradizionale ma possono rivendicare l’oro che trovano. Gli abitanti sono soliti fare escursioni quotidiane di 30 minuti per raggiungere questo inferno fatto di gas, mercurio, mancanza di ossigeno e dall’infrastruttura quasi inesistente.

La mancanza di servizi igienico-sanitari e di smaltimento dei rifiuti, sommati alle operazioni minerarie non regolamentate rendono il terreno fortemente contaminato dal mercurio, con il risultato che molti residenti soffrono di avvelenamento. Per finire, per via dell’altitudine l’aria è pericolosamente rarefatta e quindi difficile da respirare per chi non ci è abituato.

Tuttavia, a La Rinconada c’è anche qualche svago: gli abitanti si ritrovano spesso nei locali creati per i minatori e organizzano partite di calcio.